Attendere prego!

L’attesa del dopo è anche peggio di quella del prima, perché se prima non hai niente da perdere(o quasi), adesso qualcosina c’è e ogni tipo di ansia e preoccupazione viene moltiplicata al quadrato. Sì diciamo che la mia solita resilienza è andata un po’ a farsi benedire e vorrei ritrovarmi quanto prima a vomitare tipo la bambina dell’esorcista e con due tette alla Pamela Anderson ai tempi di Baywatch. E invece niente, il nulla cosmico e quindi iniziano una serie di pippe mentali che quelle che mi sono fatta finora sono state dei pensieri sereni. Diciamo che mi faccio dei film con prequel e sequel, il tutto diviso in trilogie. Stare calma in questo momento non è decisamente il mio forte. Friggo! Letteralmente. Non riesco a stare ferma, seduta, sdraiata o in piedi, sono in una specie di girone dantesco in eterno movimento. Ogni tanto mi metto una mano sulla pancia, la voglio proteggere, perché forse lì dentro c’è qualcuno che ha bisogno di me. Cerco di respirare a fondo e di far entrare solo energia positiva. Mi sto sforzando tantissimo e prometto a me stessa che ce la farò a rimettermi nel mio solito mood. Ci vuole calma e sangue freddo…’na parola!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: