Tu chiamale se vuoi, emozioni…

Oggi il mio cuore è gonfio d’amore. Sono appena tornata dal secondo controllo e puntino è cresciuto, un gigante di ben 18mm. Non so come descrivere quello che provo, non credo ci siano parole adatte o forse non sono ancora state inventate. Puntino sta lì ed è cresciuto. Mi sembra impossibile! Mentre aspettavo di essere chiamata a fare l’ecografia è uscita dal piano di sotto dove vengono effettuati i pick up e i transfer l’infermiera che mi ha accudita durante il percorso in sala operatoria, si è seduta accanto a me e ha voluto sapere come andava. Le ho raccontato che ero in attesa della seconda ecografia e lei tutta felice mi ha detto che avrebbe chiesto poi alla Dottoressa l’esito e l’avrebbe poi riferito i biologi. Questa umanità mi ha toccata profondamente, perché questo esula dal proprio lavoro, è quell’in più che fa la differenza. Oggi ho raccolto dosi di umanità da tante persone che hanno seguito con me col fiato sospeso questo percorso. Quella del biologo che poi ho incontrato nei corridoi, quella della farmacista che mi ha visto per mesi e mesi acquistare tutti i medicinali e gli integratori possibili in commercio e che oggi mi ha fatto il pollice in su col viso interrogativo mentre serviva un’altro paziente solo per capire se andava tutto bene, quella della mia Ginecologa che ha ripreso a respirare con me, dopo l’apnea in cui ero vissuta in questi giorni, quella della mia Dott.ssa Nutrizionista dolcissima e della mia Dott.ssa Agopuntore con le quali ho condiviso gli aggiornamenti di oggi. E poi tu amore mio, cosa dire di te? Ormai la Ginecologa ama più te di me e non posso biasimarla. Ha detto che legge il tuo desiderio di paternità dagli occhi e che ha incontrato pochi uomini come te e io non ho dubbi di questo. Mi sono riempita il cuore di tutto ciò. Tutte le mie donne  e il mio uomo uniti nella speranza che prosegua tutto per il meglio. Credo che ringraziare non sia abbastanza, ma è l’unica cosa che posso fare ora, dirvi grazie dal più profondo del cuore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento su “Tu chiamale se vuoi, emozioni…”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: