Parlami mamma

Ieri mi hanno detto che devo parlarti, devo pensare che è come se tu fossi già presente qui in carne e ossa. La cosa mi ha fatto sorridere, ma in effetti è così. Sei passato dall’essere un’indefinita idea, ad un desiderio immenso, ad un mucchietto di cellule, ad un puntino pulsante e ora sei già un piccolo ometto nella mia pancia. Inizi a sentire e a riconoscere le voci. Allora mi sono chiesta cosa potevo dirti, di cosa potevo parlarti. E ti ho raccontato che nella nostra famiglia hai già compagnia. Ci sono due fratelli di pelo che ti aspettano e che spero saranno i tuoi compagni di giochi e di avventure. Poi ho chiesto consiglio e mio padre mi ha suggerito di raccontarti le favole della buona notte. Mi scende una lacrima se ci penso. Quelle che loro raccontavano a me, io ora le racconterò a te! Che cosa meravigliosa e sorprendente può essere la vita e lo è soprattutto in queste piccole grandi cose. Chissà quale sarà la tua favola preferita, se ti piacerà leggere e scrivere come piace a me o se sarai più tutto aerei, motori e film di avventura come tuo papà. Chissà come sarai, non riesco a darti un volto ancora, però ti amo già dal profondo del cuore! Ti parlerò di noi, della nostra vita, di quello che facciamo e spero solo che tu sia felice di quello che ti aspetta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento su “Parlami mamma”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: