L’impazienza

Ti guardo attraverso la mia pancia, ogni tanto vedo un piedino che spinge sulla mia pelle e lo tocco sperando che tu mi senta attraverso gli strati che ci separano. Mi godo questi momenti, ma la calma che aveva caratterizzato questi ultimi periodi sta lasciando sempre più spazio all’impazienza. Ormai sono in fermento e fremo per averti finalmente tra le mie braccia. So che la pancia mi mancherà infinitamente, sentire i tuoi movimenti, i tuoi calcetti, il tuo singhiozzo, sì mi mancherà tutto questo. Non avrei mai pensato di poter vivere un’esperienza come quella che ho vissuto in questi nove mesi. È stato meraviglioso essere stata il tuo guscio, la tua protezione, averti portato dentro di me per tutto questo tempo. Anche se tu sei dentro di me da molto più tempo di quello che hai trascorso nella mia pancia. Adesso però è ora di farti vedere, di farmi vedere che stai bene, che sei cresciuto sano e forte e che sei pronto ad affrontare questa nuova avventura chiamata vita insieme a me e a tuo papà che è in fremito come non mai. Ormai ci siamo, manca poco e non realizzo ancora quello che sarà il dopo. Sarò brava? Me la caverò? Io farò del mio meglio te lo prometto e se sbaglierò sappi che lo farò comunque in buona fede e spero che saprai perdonarmi. Fai presto amore nostro, non stiamo più nella pelle! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: